Calcio a cinque, Alma sconfitta a Recale. Il dg Peluso: “Nulla è perduto, complimenti agli avversari”

0
10

L’Alma Salerno esce sconfitta, dal centro sportivo Acconcia di viale dei Pini, con il punteggio di sei a uno in favore dello Spartak Caserta. La gara, giocata a Recale a causa dell’indisponibilità del Pala Ilario di San Nicola la Strada, è stata caratterizzata da tanta sfortuna per i colori granata (quattro legni colpiti dai calcettisti granata nei primi venti minuti) e, in virtù del risultato, riaccende la classifica nelle zone nobili: gli uomini di Massimiliano Lanteri riducono a uno lo scarto dalla formazione salernitana e si candidano a vestire i panni di mina vagante della zona play-off.

LA PARTITA – Mister Magalhaes si affida al quintetto composto da Fuschino, Mennella, Altomare, Spisso e il rientrante Galiñanes. La consueta fase di studio iniziale viene spezzata al 10’: la conclusione a botta sicura di Chtioui beffa la retroguardia granata e rompe gli equilibri di gioco. L’Alma costruisce ma, al contrario di quanto avvenuto nelle scorse settimane, fatica a capitalizzare: saranno infatti ben quattro i legni colpiti dai giocatori salernitani, poco cinici sottoporta. La mole di gioco prodotta dagli uomini di Magalhaes non porta frutti, mentre i casertani riescono a pungere ogni qualvolta si presentano davanti a Fuschino. La prima frazione si chiude sul parziale di tre a zero: a quella dello spagnolo (doppietta) si somma la marcatura di Domenico Sferragatta.

Nella ripresa l’Alma prova subito ad alzare i ritmi ma alla prima occasione viene punita: gli ospiti passano grazie alla rete del solito Sferragatta. Sul quattro a zero parziale in favore dei padroni di casa sale in cattedra Facundo Galiñanes, che mette il proprio timbro alla partita e prova a cambia l’inerzia della gara. I granata spingono ma il contropiede dello Spartak è letale: gli uomini di Lanteri prendono il largo con le triplette finali di Sferragatta e Chtioui e chiudono la contesa con il punteggio di sei a uno.

A cinque gare dalla fine lo Spartak passa così a meno uno in classifica dai salernitani, che la prossima settimana osserveranno un turno di riposo prima del derby, decisivo, contro il Leoni Acerra.

DICHIARAZIONI DEL DIRETTORE GENERALE ANTONIO PELUSO“Lo Spartak Caserta ha giocato una partita grintosa e ha meritato il successo. I calcettisti avversari sono stati più concentrati nell’arco dei quaranta minuti e cinici davanti al portiere. Peccato aver sciupato un’occasione unica per allungare su una diretta inseguitrice ma nulla è perduto e faremo di tutto per prendere parte agli spareggi post-season”.

Articolo precedenteGenitori Sì DAD Salerno sul Piano “Banda Ultralarga”: “135 milioni per potenziare la DAD”
Articolo successivoIl Covid si porta via Antonio Villari, le condoglianze del sindaco Morra e della nostra redazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui