Fusandola deviato: 18mila euro per uno studio commissionato dal Comune

0
13

di Andrea Pellegrino

Il Fusandola, o meglio la sua deviazione,  inizia a far tremare Palazzo di Città. L’inchiesta con tanto di perizia tecnica, con tanto di paventato rischio insabbiamento ed esondazioni, ha già portato in aula ad una condanna (con rito abbreviato) per uno dei tecnici comunali (che prese parte alla commissione di validazione del progetto per la deviazione) e 12 rinvii a giudizio. E nel bel mezzo dell’inchiesta il Comune di Salerno già nell’aprile del 2020 ha commissionato uno studio tecnico ad hoc. La notizia salta fuori grazie ad una determina (pubblicata sul gruppo facebook dei figli delle chiancarelle) che liquida un anticipo del 35 per cento, pari a 5400 euro al consorzio Inter Universitario per la previsione e la prevenzione dei Grandi rischi delle Università di Napoli e Salerno, investito del compito di intraprendere uno “studio idraulico sul torrente Fusandola”. Uno studio, di cui al momento non si conoscono i dettagli, che costerà alle casse comunali 18mila euro, oltre Iva, depositato lo scorso primo ottobre.  

IL PERICOLO ESONDAZIONI

Ed è proprio nel testo della determina che il dirigente precisa: “Italia Nostra paventa che lo spostamento del tracciato del torrente possa determinare un grave pericolo di esondazione di tutta l’area limitrofa del centro storico richiamando l’alluvione del 1954 che ha sconvolto la città di Salerno”, quindi si legge ancora: “per approfondire la tematica si è stabilito di ricorrere ad una consulenza scientifica per la redazione di uno studio idraulico sul torrente Fusandola”. Torrente, ricordiamo, deviato per far spazio alla realizzazione del Crescent e di piazza della Libertà.   

Articolo precedenteAmministrative, De Luca: “Grave il rinvio a ottobre”
Articolo successivoGianbattista Tiepolo compie 325 anni, il progetto Tiepolo250 lo celebra approdando sui social

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui